Capriccio di Farinella (di Giuseppe e Maria Teresa Marzullo)

Pubblicato il 21 May 2014 da Redazione

capricciodifarinella
Ingredienti per 25 monoporzioni

Per la base
100 g di cioccolato fondente

Per la farcitura
200 g di ricotta fresca pugliese
200 g di panna fresca
20 g di zucchero a velo
semi di ½ bacca di vaniglia (o una boccettina di aroma alla vaniglia)
crema alla nocciola q.b..

Per il cappello
1 uovo
10 g di zucchero
70 g di farina 00
20 g di “farinella” tostata di ceci e orzo (tipica di Putignano)
1 bustina di vanillina
scorza grattugiata di limone

Per le decorazioni
scorza di arancia
lime
limone a riccioli
13 ciliege rosse candite

Preparazione

Realizzate le basi facendo fondere a bagno maria il cioccolato fondente e, adoperando delle formine al silicone per pirottini, rivestite le pareti di cioccolato; fate raffreddare bene prima di sformare i pirottini di cioccolato ottenuti (si fa prima mettendole in frigo).

Per preparare i cappelli di Farinella, impastare tutti assieme gli ingredienti, fino ad ottenere un impasto morbido; stendete l’impasto con un mattarello a formare una sfoglia di 2 mm e tagliate dei triangoli allungati, piegate la punta e friggete in olio bollente; asciugate bene e quando saranno freddi, spolverizzate di zucchero a velo su entrambi lati.
Preparate la farcitura lavorando la ricotta con lo zucchero a velo e i semi di vaniglia; montate a parte la panna e aggiungete la stessa al composto di ricotta, amalgamando il tutto fino ad ottenere una mousse abbastanza corposa.
Prendete i pirottini di cioccolato e distribuite sul fondo mezzo cucchiaino di crema alla nocciola per ciascun pezzo.
Con l’aiuto di un sacchetto decoratore, farcite i pirottini con la mousse alla ricotta fresca, a formare delle palle, e sistemateli in pirottini di carta colorata.
Assemblate adesso il Capriccio di Farinella, inserendo prima i due biscotti fritti a formare il cappello da giullare, poi il nasone fatto di mezza ciliegia rossa e decorare prima di servire, con i riccioli di scorza all’arancia, al lime e a limone, come se fossero coriandoli.