La Puglia tra i 15 luoghi da visitare prima che diventino famosi

Pubblicato il 23 Mag 2014 da Simona Giacobbi

Ostuni

La Puglia è tra i 15 posti da visitare prima che diventino famosi. L’HuffPost statunitense ha stilato una guida a una quindicina di meraviglie del mondo ancora turisticamente poco visitate: dalla Puglia al Myanmar, passando per il Belize. Quindici perle in giro per il mondo che vi permetteranno una vacanza degna dei posti più inflazionati, ma di certo più tranquilla e meno in affanno.
Dopo il New York Times e The Guardian ad accendere i riflettori è questa volta l’Huffington Post. E l’Italia, in particolare la Puglia, con le sue bellezze turistiche ed enogastronomiche, continua a far parlare di sé. In un articolo intitolato “15 Places to go before they get Famous” spunta proprio la Puglia, una regione sperduta segnalata dalla giornalista Suzy Strutner, da visitare assolutamente prima che diventino troppo famosi e affollati.

“Con i viaggi foodie in aumento, la Puglia sta per diventare un nome familiare – scrive Suzy Strutner – Nel tacco dello stivale d’Italia, la dieta mediterranea prende una delle sue forme più pure e più gustose: il cibo (si pensi olio d’oliva, carciofi e salame) è di provenienza locale, i ristoranti sono molto caratteristici ma di alta qualità, e si può dormire in una masseria ristrutturata… abbiamo detto che la maggior parte di queste cose accade vicino al mare?”.

Tra le altre destinazioni consigliate ci sono anche José Ignacio in Uruguay, Koh Rong in Cambogia, Roatan in Honduras o Ambergris Caye in Belize o città come Sofia in Bulgaria, Riga in Lettonia, York in Inghilterra compare anche la Puglia con una bella foto di Polignano. O ancora Zimbabwe, Busan in Corea del Sud , Manila nelle Filippine , Myanmar, Phu Quoc in Vietnam, Kep in Cambogia, Salinas Grandes in Argentina.

Giornalista professionista, laurea in lingue e letterature straniere e un master in Social Communication. Piacentina d’origine, pugliese d’adozione dal 2012, cresciuta a tortelli e gnocco fritto, impara a cucinare in Canada, a Toronto, dove ha vissuto sei anni e dove ha lavorato per il quotidiano italiano Corriere Canadese. Oltreoceano scopre una diversità culinaria etnica senza confini. Da allora la sua vita cambia. Cucina e ristoranti diventano luoghi interscambiabili di idee, progetti, tradizioni e passioni. Ama assaporare, provare, gustare. E fare foto. Conduce su Telenorba e TgNorba24 la trasmissione “I colori della nostra terra”, un programma che parla di ruralità, agroalimentare ed eccellenze enogastronomiche della Puglia. Inventrice della Pizza Pioggia servita, insieme alla Pizza Puglia Mon Amour, nel menu di una pizzeria di Cisternino, ha collaborato con I Love Italian Food e il Cucchiaio d’Argento ed è spesso chiamata a far parte di giurie di eventi a carattere enogastronomico e di concorsi legati al mondo della pizza. Recensisce pizzerie per guide cartacee e online. Nel 2011 crea Pasta Loves Me, un blog che parla di lei, di pasta, food e lifestyle. È fondatrice e responsabile di Puglia Mon Amour, un’avventura che vive con gli occhi curiosi di turista e l’entusiasmo di un’innamorata per una terra che regala ogni giorno emozioni, genuinità e solarità. Ha la pizza napoletana nel cuore e tutto quello che rende felice il suo palato. E vive con una certezza: la pizza non le spezzerà mai il cuore.

Like us on Facebook
on Facebook

Follow me on Twitter
Follow @simonagiacobbi on Twitter
Add me on Google+
on Google+