Peppe Zullo ambasciatore del made in Puglia in Canada, pioggia di riconoscimenti

Pubblicato il 29 May 2014 da Redazione

zullo

“La conviviale accademica dedicata alla gastronomia pugliese è stata un grande successo, grazie alla profonda conoscenza che lei ha della sua terra e dei suoi prodotti”. E’ con queste parole che comincia la lettera con cui Marisa Bergagnini, a nome dell’Accademia della Cucina Italiana di Toronto, ha ringraziato Peppe Zullo per la qualità che ha caratterizzato la missione del cuoco pugliese in Canada. “Ora – si legge ancora nella missiva – la regione Puglia, il suo cibo e i suoi vini sono e saranno molto più apprezzati”. “Mi unisco a tutti gli accademici di Toronto e agli amici che hanno partecipato alla conviviale dedicata alla sua regione”, ha concluso Marisa Bergagnini, “per ringraziarla di essere venuto a Toronto”.

“Sono andato in Canada su invito dell’Accademia della Cucina Italiana, in collaborazione con il George Brown College di Toronto”, spiega Peppe Zullo. “La trasferta ha avuto un successo straordinario. Anche gli studenti, gli chef e i docenti del George Brown College hanno apprezzato i prodotti pugliesi e la nostra cucina”. Al suo ritorno in Italia, il cuoco recentemente premiato dall’Adc di Puglia (Associazione dei Consumatori) ha avuto anche un altro autorevole riconoscimento per la qualità della sua trasferta canadese, ricevendo una lettera dal senatore Dario Stefàno, per molti anni assessore all’Agricoltura della Regione Puglia, attuale presidente della Giunta delle Elezioni e delle Immunità Parlamentari. “Con involontario ritardo”, ha scritto Stefàno, “colgo l’occasione per esprimerti le mie personali congratulazioni per la prestigiosa investitura di ambasciatore della cultura enogastronomica pugliese al George Brown College di Toronto. Una investitura che andrà ben oltre la durata dell’evento e che, sono certo, sia il frutto di una semina e ci consentirà di raccogliere messi abbondanti nel prossimo futuro. La Puglia”, ha aggiunto il senatore, “sarà sempre grata al tuo incessante impegno e alla tua smisurata passione che ti vedono quotidianamente protagonista della valorizzazione degli ingredienti semplici della nostra tradizione con uno sguardo innovativo ma sempre rispettoso. Grazie infinite”. Peppe Zullo è arrivato in Canada lo scorso 26 aprile e vi è rimasto fino ai primi giorni di maggio.

Il cuoco del “simple food for intelligent people” ha portato a Toronto le ricette e i prodotti del “made in Puglia” incontrando, tra gli altri, l’Ambasciatore d’Italia in Canada, Gian Lorenzo Cornado che ha avuto parole di grande elogio per l’iniziativa e ha fatto i suoi complimenti al protagonista della conviviale accademica. Il cuoco di Villa Jamele è stato accompagnato nella sua missione canadese da Vincenzo Rizzi, delegato dell’Accademia della Cucina Italiana (Bari). A coordinare la missione di Peppe Zullo e Vincenzo Rizzi in Canada, è stata Marisa Bergagnini, delegata dell’Accademia della Cucina Italiana (Toronto). Nei giorni della sua visita, Peppe Zullo è stato accolto anche dall’Istituto Italiano di Cultura di Toronto e dalla sua responsabile, Adriana Frisenna, oltre a esser stato ospite delle comunità dei Pugliesi nel Mondo presenti nella città canadese.

Peppe Zullo, inoltre, è stato accolto dalla famiglia Cosimo ed Elena Mammoliti, proprietari e creatori del fenomeno enogastronomico del “made in Italy” in Canada con i loro ristoranti “I Terroni” (circa 15mila coperti alla settimana con prodotti pugliesi).
Peppe Zullo è stato l’artefice e il protagonista, assieme alla sua cucina, della cena italiana al George Brown College tenutasi al “The chefs’house”, ristorante del prestigioso istituto per la preparazione degli studenti canadesi. La cena ha valorizzato materie prime, fragranze e gusto “made in Puglia” di fronte a una platea di ammiratori della nostra cucina e dei nostri prodotti.

Leggi altri articoli su Peppe Zullo a Toronto

Peppe Zullo a Geo& Geo