A Bari il secondo congresso Copagri

Pubblicato il 10 Giu 2014 da Simona Giacobbi

grano“Il futuro dell’agricoltura in Puglia verrebbe seriamente compromesso se non saranno modificati alcuni aspetti nell’applicazione della riforma della Pac così come è stata prevista nell’accordo appena raggiunto dalle regioni”.
È l’allarme lanciato dal secondo congresso regionale della Copagri Puglia svoltosi a Bari. Due i nodi affrontati nella relazione congressuale da Tommaso Battista, rieletto presidente dell’organizzazione che in Puglia raccoglie il maggior numero di produttori agricoli, 96.700. “Chiediamo che per gli aiuti ai giovani agricoltori vengano utilizzate tutte le somme previste dal plafond, il 2% e non l’1,1%; che ai giovani agricoltori sia garantita la conduzione dei primi 90 ettari e che sia riconosciuta la maggiorazione del 25% del valore dei titoli nazionali”, ha affermato il presidente della Copagri Puglia che ha sottolineato un altro punto da modificare: “il riconoscimento dello status di agricoltore sia ottenuto solo con la certificazione della camera di commercio e l’attribuzione della partita Iva, senza tener conto della presentazione di bilanci o dichiarazioni annuali, altrimenti non meno di 100 mila produttori agricoli pugliesi verrebbero
esclusi dagli aiuti diretti”.

Alla giunta Vendola, invece, la Copagri Puglia chiede di rivedere la gestione dell’Arif che non garantisce acqua nelle campagne avendo i pozzi fermi da tempo e di studiare nuove tabelle ettaro-colturali con cui modificare gli attuali indici di congruità che tengano conto di fattori non considerati come la meccanizzazione e la diversificazione produttiva per scongiurare la perdita di ogni forma di provvidenza e agevolazione per la sola presunzione di impiego di lavoratori in nero.
Ai lavori sono intervenuti, tra gli altri, anche il senatore Dario Stefano e l’assessore regionale all’agricoltura Fabrizio Nardoni. “Non possiamo accettare l’atteggiamento del governo nazionale di queste ultime settimane che scarica sulla Pac funzioni dismesse da tempo dallo stato come il piano irriguo, i piani di settore, il miglioramento genetico, sottraendo così all’agricoltura risorse importanti con grave danno per i processi di innovazione messi in campo in questi anni”, ha affermato il Senatore Stefano. Nella qualità di coordinatore nazionale degli Assessori Regionali all’Agricoltura Nardoni ha difeso l’accordo raggiunto sull’applicazione della Pac che giovedì prossimo 12 giugno sarà formalizzato in sede di Conferenza Stato-Regioni chiudendo ad ogni possibilità di modifica nell’immediato. Nardoni ha poi annunciato la riforma del credito d’imposta regionale per il gasolio e ha anticipato l’imminente presentazione di due nuovi disegni di legge regionale per lo sfruttamento della risorse mare in materia di pesca turismo. I lavori del congresso sono stati conclusi dal presidente nazionale della Copagri Franco Verrascina che ha invece sottolineato la grande opportunità rappresentata da Expo 2015 per lo sviluppo delle esportazioni dell’agroalimentare. “La Copagri – ha annunciato Verrascina – ha acquistato uno spazio di 500 metri quadri e intende organizzare educational tour specializzati nelle aziende agricole per far conoscere ai buyer stranieri le eccellenze
produttive della nostra terra”.

Giornalista professionista, laurea in lingue e letterature straniere e un master in Social Communication. Piacentina d’origine, pugliese d’adozione dal 2012, cresciuta a tortelli e gnocco fritto, impara a cucinare in Canada, a Toronto, dove ha vissuto sei anni e dove ha lavorato per il quotidiano italiano Corriere Canadese. Oltreoceano scopre una diversità culinaria etnica senza confini. Da allora la sua vita cambia. Cucina e ristoranti diventano luoghi interscambiabili di idee, progetti, tradizioni e passioni. Ama assaporare, provare, gustare. E fare foto. Conduce su Telenorba e TgNorba24 la trasmissione “I colori della nostra terra”, un programma che parla di ruralità, agroalimentare ed eccellenze enogastronomiche della Puglia. Inventrice della Pizza Pioggia servita, insieme alla Pizza Puglia Mon Amour, nel menu di una pizzeria di Cisternino, ha collaborato con I Love Italian Food e il Cucchiaio d’Argento ed è spesso chiamata a far parte di giurie di eventi a carattere enogastronomico e di concorsi legati al mondo della pizza. Recensisce pizzerie per guide cartacee e online. Nel 2011 crea Pasta Loves Me, un blog che parla di lei, di pasta, food e lifestyle. È fondatrice e responsabile di Puglia Mon Amour, un’avventura che vive con gli occhi curiosi di turista e l’entusiasmo di un’innamorata per una terra che regala ogni giorno emozioni, genuinità e solarità. Ha la pizza napoletana nel cuore e tutto quello che rende felice il suo palato. E vive con una certezza: la pizza non le spezzerà mai il cuore.

Like us on Facebook
on Facebook

Follow me on Twitter
Follow @simonagiacobbi on Twitter
Add me on Google+
on Google+