Good Evolution, a Bitonto una tre giorni di saperi e sapori

Pubblicato il 12 Jun 2014 da Redazione

goodevolution

La bontà dei frutti della terra e dei metodi produttivi ed un territorio capace di accogliere e conquistare grazie alle sue ricchezze storico-artistiche uniti in una sinergia di musica, arte, spettacoli, saperi e sapori.
Tutto questo sarà Good Evolution, l’evento organizzato dal GAL Fior d’Olivi da venerdì 13 a domenica 15 giugno a Bitonto, tappa conclusiva del percorso iniziato lo scorso anno con Tourism Evolution a Giovinazzo e proseguito, a dicembre 2013, con Rural Evolution a Terlizzi.
Si parte venerdì 13 giugno, alle ore 18, nella splendida cornice del Teatro Traetta, con il convegno “Fare rete, diventare sistema: una opportunità di crescita per il territorio”, confronto tra le buone prassi nazionali consolidate ed i buoni propositi locali progettati in questi anni dal Gal Fior d’Olivi.
Di rilievo il parterre di ospiti: Onofrio Introna, presidente del Consiglio regionale della Puglia, Michele Abbaticchio, sindaco di Bitonto, Nicola Mercurio, presidente del CdA del Gal Fior d’Olivi, Pasqualino Codognotto, sindaco di San Michele al Tagliamento – Bibione, e Fausto Faggioli, tra i massimi esperti di turismo rurale a livello nazionale ed internazionale. Previsto anche il saluto introduttivo del presidente della Regione Puglia, Nichi Vendola.

Il salotto buono della città di Bitonto, Piazza Cavour, ogni giorno, dalle 17 alle 23.30, ospiterà degustazioni di prodotti tipici locali ed una mostra mercato che vedranno protagonisti una ventina di produttori e la rete di “Corto circuito dei contadini”, il progetto di cooperazione interterritoriale che unisce numerosi Gruppi di Azione Locale pugliesi e altri partner nazionali. Sarà presente, con le ciliegie di Bisceglie, anche il Gal Ponte Lama.

«A Bitonto presentiamo il buono del nostro territorio, a partire dalle eccellenze enogastronomiche necessarie per ricevere i turisti – ha dichiarato il presidente Nicola Mercurio – Come GAL stiamo portando sul territorio numerose opportunità oltre che risorse. Vogliamo fare rete con le istituzioni dei tre Comuni, non vogliamo lasciare soli i nostri imprenditori ma anzi vogliamo fare squadra per presentarci in maniera costante al nostro territorio».

Ci sarà spazio anche per l’arte e la cultura. Porta Baresana e Torrione Angioino, ogni giorno, dalle 21.30 alle 23, cambieranno sembianze con il videomapping architetturale, a cura della Diceart di Nicola Di Meo: ogni 30 minuti un nuovo abito idealmente tratteggiato sui simboli artistici ed architettonici della città vestirà di magia le serate bitontine.
Per i bambini in programma mostre didattiche sulla sana e corretta alimentazione e sui prodotti a Km 0 e “Coloribo – colori da mangiare e cibo multisensoriale”, in programma venerdì alle 19 al Sedile di Sant’Anna in via Rogadeo. Prevista anche la collettiva di fotografia “Good Evolution art” nel Torrione Angioino a cura di Francesco Catalano, Giulio Spagone, Giulia Laddago e Alessandro Fusco.
Non mancheranno neanche la musica e l’intrattenimento. Ogni sera, infatti, in Piazza Cavour un concerto dal vivo: venerdì alle 21.30 l’esibizione delle “Desperate Blues Girls”, la prima band blues tutta al femminile. Sabato doppio appuntamento: alle 21.30 il concerto dei Rekkiabilly Swing & Rock’nroll e a mezzanotte tutti davanti al maxischermo, avvolti nel tricolore, per assistere ad Italia–Inghilterra, l’esordio nel mondiale brasiliano della nazionale azzurra di Cesare Prandelli.
Domenica chiusura alle 21.30 con il recital “Olio Divino”, scritto e diretto da Cosimo Damiano Damato. In scena l’attore Alessandro Haber, Mimmo Epifani (mandola) e Sasà Flauto (chitarra).