Si conclude il ciclo di seminari sull’olivicoltura all’Agraria di Bari

Pubblicato il 25 Jun 2014 da Redazione

olio.jpg

Si conclude il ciclo di dieci seminari di Olivicoltura realizzati dal DiSAAT dell’Università degli Studi di Bari con il supporto dell’Assoproli Bari, iniziati lo scorso aprile.
Le conclusioni e le nuove iniziative in cantiere che, sulle ali del successo riscosso, vedranno ancora protagonisti l’Assoproli Bari e il DiSAAT, si terranno il pomeriggio del 26 alle 17,30 presso l’Aula Magna di Agraria, in occasione dell’ultimo seminario relativo ai sistemi colturali innovativi.

All’incontro interverranno il Magnifico Rettore dell’Università degli Studi di Bari, Antonio Felice Uricchio, il direttore del Dipartimento di Scienze Agro-Ambientali e Territoriali, Giacomo Scarascia Mugnozza, il direttore del Dipartimento di Filosofia, Letteratura, Storia e Scienze Sociali, Luigi Masella, il presidente dell’Assoproli Bari, Francesco Guglielmi, l’assessore all’Innovazione Agricolo-aziendale, Forestale, Caccia, Pesca e Risorse marine della Provincia di Bari, Francesco Caputo e il presidente della Federazione degli Ordini dei Dottori Agronomi e dei Dottori Forestali della Regione Puglia, Oronzo Milillo.
Nell’occasione sarà anche presentato il volume “De bono oleo claro de olivo extracto – La cultura dell’olio nella Puglia medievale” a cura di Francesco Violante, edito da CaratteriMobili, con l’intervento di Dino Borri del Politecnico di Bari. Tale opera contiene, tra gli altri, un corposo capitolo intitolato: “Olivi e olio in Puglia attraverso i secoli: diffusione, tecniche colturali ed estrattive” scritto da Salvatore Camposeo, docente dei Seminari di Olivicoltura 2014.

La serata darà anche l’opportunità di annunciare la proposta di istituzione del Corso di Perfezionamento in Olivicoltura presso l’Università degli Studi di Bari Aldo Moro, previsto per il prossimo autunno. Il progetto conferma la volontà dell’Università di Bari e dell’Assoproli Bari di proseguire nelle attività formative in olivicoltura, interrotte con la disattivazione del corso lo scorso anno, cui i seminari hanno sopperito temporaneamente.
L’istituzione di un Corso di Specializzazione Universitario, primo in Italia, rappresenta la risposta strutturale alla domanda di alta formazione nel settore olivicolo regionale, e non solo.Si informerà, infine, circa l’organizzazione del III Convegno Nazionale dell’Olivo e dell’Olio che vedrà nei giorni 26, 27 e 28 novembre 2014, Bari quale capitale anche scientifica della coltura simbolo del Mediterraneo.