Il corso base di cucina dell’Alma alla Med Cooking School

Pubblicato il 19 Sep 2014 da Redazione

Alma_20140829_0028

La prestigiosa Scuola Internazionale di Cucina Italiana di Colorno, il cui rettore è il maestro Gualtiero Marchesi, ha scelto Ceglie Messapica come sede del “Corso di tecniche di base di cucina” che, fermo restando quello di Colorno (Parma), per la prima volta e in modo del tutto eccezionale si terrà anche in una sede satellite in Puglia.
La Mediterranean Cooking School Ceglie Messapica ospiterà il percorso di base propedeutico al Corso Superiore di Cucina Italiana che continuerà invece ad avere come unica sede quella della Reggia di Colorno.
Gli “ingredienti” della scelta sono stati le professionalità, la location e la disponibilità di materie prime di eccellenza. Alla guida del team della Mediterranean Cooking School c’è lo chef Antonella Ricci in qualità di direttore didattico, docente ALMA da un decennio nonché Stella Michelin.
La location è il convento cinquecentesco nel cuore del borgo antico di Ceglie Messapica, dove è sorta la Mediterranean Cooking School. Si tratta di un esempio di virtuoso utilizzo dei finanziamenti comunitari con i quali la giunta comunale guidata dal sindaco Luigi Caroli è riuscita a portare a compimento il progetto IN.C.O.ME. – International Centre of Mediterranean Gastronomy, finanziato dal Programma di Cooperazione Europea Grecia – Italia 2007/2013. L’investimento è stato di oltre 1 milione e mezzo di euro, con il restauro ad hoc e l’acquisto di attrezzature all’avanguardia, con postazioni individuali complete per 16 allievi.
Il corso che inizierà il 6 ottobre è rivolto ad aspiranti cuochi che non hanno una preparazione di base, con un diploma di 5 anni oppure la maggiore età (limite massimo di età per il corso: 40 anni) e la qualifica del 3° anno di un Istituto Professionale Alberghiero.