Scroll to Top

Redazione

This user hasn't shared any profile information

Ricci, polipi e seppioline, cozze, noci, canestrelli, cannolicchi, ostriche, calamari, acciughe, trigliette, gamberetti e scampi fanno parte della tradizione dei pescatori pugliesi e in particolare baresi. Sovrano indiscusso tra il crudo di marem è il riccio di mare: una volta aperta in due la corazza di spine, si estrae e si gusta la sua polpa, arancione e profumata,...

La “zampina”, tipica della zona di Sammichele di Bari, è una salsiccia di carni miste condite con formaggio pecorino, prezzemolo, peperoncino, pomodoro che si arrostisce a rotoli infilati agli spiedi sulla brace per poi essere arrostiti. ...

Insaccato di antica produzione ottenuto da pezzi pregiati di carne di maiale. Si prepara utilizzando carni magre e lardo di maiale. I pezzi tagliati a punta di coltello sono mescolati al seme di finocchio selvatico, peperoncino forte o dolce, sale marino e vino bianco ottenuto da uva di malvasia bianca di Gravina. Si fa riposare un giorno. Anche la budella di maiale è...

Il primo è un insaccato di maiale, il secondo invece è un involtino di frattaglie di agnello. ...

La muschiska è una carne essiccata per circa 20 giorni, carne di pecora, di capra o di vitella, prodotto nel Foggiano, specialmente a Rignano Garganico. Inoltre può essere condita con peperoncino e aglio. La carne di capra garganica nasce da capretti alimentati con latte materno, animali adulti al pascolo ed alimentati in stalla con sfarinati di cereali e pellettati....

Gli nghiemeridde (altri nomi: torcinelli, gnummareddi, turcinieddi, ‘mboti, marretti) sono involtini tipici della tradizione pugliese, lucana e molisana. I nomi ricordano la forma: per gli nghiemeridde (denominazione usata a Bari e provincia) o gnommareddhri, (denominazione usata nel sud Salento), o gnumm’ruìdd (denominazione usata in provincia di Matera),...