Tre chef pugliesi per il matrimonio indiano a Savelletri

Pubblicato il 29 Aug 2014 da Simona Giacobbi

Sarà un matrimonio da favola quello della terzogenita del magnate indiano della siderurgia Pramod Agarwal. Nozze da sballo e ben tre sfarzosissimi giorni di festa dal 3 al 6 settembre in contrada Pettolecchia a Savelletri, frazione di Fasano. Tre grandi chef pugliesi prepareranno la cena di benvenuto in Puglia: Antonella Ricci, proprietaria del ristorante Al Fornello da Ricci a Ceglie Messapica, una stella Michelin, insieme al marito chef originario delle Mauritius Vinod Sookar che coordinerà gli chef stranieri al matrimonio; Peppe Zullo il “cuoco contadino” come l’ha definito Carlo Petrini fondatore di Slow Food, proprietario di Villa Jamele e Nuova Sala Paradiso a Orsara di Puglia; Pietro Zito (Antichi Sapori ad Andria) promotore come i suoi colleghi dei prodotti della terra e dell’orto che raccoglie personalmente per la sua cucina.
I tre chef porteranno sulla tavola dei commensali i loro orti, per proporre piatti a base di ceci e cicerchie fresche, ideali con la pasta di grano arso, e germogli e fiori, quelli di zucca serviti con il caciocavallo da Peppe Zullo. E ancora le orecchiette di grano arso e formaggi del territorio come la burrata, ma anche alcuni dolci. I bocconotti leccesi, per esempio: pasta frolla riempita di crema pasticciera e amarena.
Oltre alle quattro cene, e al resto dei pasti per gli invitati, ai quali lavoreranno anche cuochi indiani e il famoso chef di Senigallia, Mauro Uliassi, con portate a base di pesce, ci saranno tutti gli addetti ai lavori, centinaia, tutti da sfamare. Un privilegio che si è aggiudicata un’altra nota azienda pugliese: la Chez Vous, di Martina Franca, che fornirà diecimila pasti, tra pranzi e cene, fino al prossimo sette settembre. Hanno già iniziato, il 23, nella quattro location dove operai, fioristi, addetti alla luci, sono al lavoro. Degli artigiani fasanesi, e delle hostess pugliesi, e dei fioristi, abbiamo già parlato, ma lavoreranno per il matrimonio anche quindici parrucchieri e quindici truccatori baresi, reclutati dall’acconciatore del Petruzzelli, Nicola Foggetti. Faranno le prove domenica e poi torneranno il 3 e il 4, per 150 euro al giorno.
Previste oltre cento hostess vestite con il tradizionale sari indiano, deputate solo a cospargere di fiori la stradina che costeggia la masseria San Domenico nel momento in cui lo sposo andrà incontro alla sposa. L’intero comprensorio di Borgo Egnazia e San Domenico sarà blindato: a garantire che tutto fili liscio per gli 800 invitati ci saranno 700 uomini, 400 operatori della Balich Worlwide Shows di Milano, la megasocietà che ha organizzato l’evento, e 300 uomini di Pramod Agarwal, tutti alloggiati in alberghi e B&B della zona, visto che le stanze di Borgo Egnazia e San Domenico sono tutte riservate per gli ospiti.

Giornalista professionista emiliana, fondatrice del sito PugliaMonAmour.it, laurea in lingue e master in Social Communication. Cresciuta a tortelli e gnocchi, impara a cucinare in Canada dove ha vissuto sei anni e dove ha lavorato per il Corriere Canadese. Amante e studiosa del barbecue, creatrice del food blog PastaLovesMe.com e delle Pizze Pioggia e Puglia Mon Amour inserite nel menu di una pizzeria di Cisternino, tra le più apprezzate, ama cucinare, raccontare, fotografare, organizzare eventi e... fare la pizza napoletana in casa. Fa parte dell'Associazione Le Donne del Vino Delegazione Puglia, è stata giudice in diversi concorsi enogastronomici e ha collaborato con il Cucchiaio d'Argento e I Love Italian Food. Conduce su Telenorba la trasmissione “I colori della nostra terra”, approfondimento settimanale sul territorio, turismo, agroalimentare ed enogastronomia.

Like us on Facebook
on Facebook

Follow me on Twitter
Follow @simonagiacobbi on Twitter
Add me on Google+
on Google+