Negroamaro: galà del vino il 24 ottobre al Teatro Paisiello

Pubblicato il 21 Oct 2014 da Redazione

NEGROAMARO UVA

Siamo ai frame finali, la gara fra i cortometraggi dedicati a Sua Maestà il Negroamaro è quasi conclusa e il gran finale si terrà a Lecce, patria di questo nobile vitigno, venerdì 24 ottobre con il Galà al Teatro Paisiello.
Da qui partirà una campagna nazionale di promozione del Negroamaro a coronamento di una moderna iniziativa di marketing territoriale e del prodotto che è stata messa in campo nell’ambito del Programma di Sviluppo Rurale (PSR Puglia 2007-2013, Asse 1 Mis. 133 “Attività di Informazione e Promozione”).
Tutti i dettagli dell’attività promozionale che sta per iniziare e sul del Galà del Negroamaro, verranno resi noti nel corso della conferenza stampa che si terrà giovedì 23 ottobre, ore 10.30 a Lecce presso le Officine Cantelmo, Mediateca – Spazio all’Informazione, Corte dei Mesagnesi – Lecce.
Parteciperanno: Caterina Alisina, Comunicazione & Relazioni Esterne, coordinatrice, Manlio Cassandro, consulente, Fabiano Marti, autore regista ed attore, presidente della giuria tecnica, Mauro Pulpito, attore e presentatore, Leo Piccinno, presidente Coldiretti Lecce
I rappresentanti dell’Associazione “Filiera Vitivinicola Pugliese del Negroamaro” con le aziende Cantele, Conti Zecca, Paolo Leo e Vecchia Torre.
Tre i premi in palio, di cui il primo da 1500 euro già ufficialmente aggiudicato dal voto attraverso facebook a “L’attesa più bella” con la regia di Antonio Verardi. Il premio speciale, sempre da 1500 euro, è stato attribuito a “Winebook Diario del Negroamaro” di Stefano Spinelli dalla giuria composta da: Nico Cirasola (attore e regista, presidente), Oscar Iarussi (La Gazzetta del Mezzogiorno), Michele Peragine (Rai 3), Sabrina Soloperto (presidente Ass. Le Donne del Vino, Puglia), Antonello Magistà (ristorante Stella Michelin Il Pashà).
Una prestigiosissima giuria, che verrà svelata durante la conferenza stampa, assegnerà il premio da 5000 euro venerdì 24 ottobre durante il Galà al Teatro Paisiello.